I bollettini medici

25 MARZO 1903
Ecco il bollettino compilato stasera dai dottori del Greco e Stori, quest'ultimo aiuto del prof. Colzi e suo allievo prediletto:
"Una ferita d'arma da fuoco alla regione interna del braccio destro interessando le parti molli, i vasi  e l'osso. La ferita è grave. Le condizioni generali si mantengono soddisfacenti".
Firmato: Prof. Giovanni Del Greco, Dott. Teodoro Stori

26 MARZO 1903
Alle ore 10 fu pubblicato il seguente bollettino: "Notte tranquilla. Nessuna reazione febbrile. L'esame della ferita praticato stamani lascia speranza per l'avvenire".
Firmato: Prof  Bassini, Prof. Del Greco, Dott. Stori

27 MARZO 1903
Nella notte l'ammalato è stato un poco agitato. Stamani è assai calmo, quantunque si noti un lieve movimento febbrile. Nel rimanente niente di nuovo.
Firmato: Prof. Del Greco, Dott. Stori

28 MARZO 1903
ORE 10.00  - Le condizioni generali di stamani sono soddisfacenti. Le condizioni locali rispettivamente alla gravità della ferita lasciano speranza.
Firmato: Prof. Bassini, Prof. Del Greco, Dott. Stori

ORE 20.00 Le condizioni generali del malato si mantengono stasera discrete; le condizioni locali  sono immutate.
Firmato: Prof. Giovanni Del Greco, Dott. Teodoro Stori

29 MARZO 1903
ORE 09.00 - Notte tranquilla. Lo stato generale è buono. Le condizioni dell'arto si mantengono presso a poco identiche.
Firmato: Prof. Del Greco, Dott. Stori

ORE 19.30 - Il rialzo termometrico di stasera è più piccolo anche di quello della sera precedente. Il malato è calmo.
Firmato: Prof. Giovanni Del Greco, Dott. Teodoro Stori

30 MARZO 1903
Il professor Bassini, giunto stamani alle ore 07.00 da Padova, si recò a visitare il Prof. Colzi, e insieme al Prof. Del Greco e al Dott. Stori, ha proceduto nuovamente alla visita dell'arto offeso. Ecco il bollettino pubblicato alle ore 08.00:
"Lo stato generale si mantiene soddisfacente.Nelle condizioni dell''arto purtroppo, non verificasi miglioramento".
Firmato: Prof. Bassini, Prof. Del Greco, Dott. Stori

ORE 19.00 - Stasera la temperatura è quasi normale. Le condizioni dell''arto vanno notevolmente peggiorando.
Firmato: Prof. Giovanni Del Greco, Dott. Teodoro Stori

31 MARZO 1903
Ore 12.00    Le condizioni generali, sono immutate.  Siè dovuto però eseguire l''asportazione dell''arto, al livello della frattura.
Firmato: Prof. Burci, Prof. Del Greco, Dott. Stori

1 APRILE 1903
ORE 11.00 - Notte sufficientemente calma. Temperatura normale. Condizioni generali immutate. Le locali procedono regolarmente.
Firmato: Prof. Burci, Prof. Del Greco, Dott. Stori

ORE 19.00 - Nulla di notevole durante la giornata.
Firmato: Prof. Del Greco, Dott. Stori

2 APRILE 1903
Il bollettino di stasera, la conferma delle gravi condizioni

ORE 18.30 - Benchè sino da domenica 29 marzo, cioè prima che sorgessero i fenomeni clinici del tetano, fosse stata intrapresa e poi continuata la cura del siero antitetanico, e malgrado altre energiche ed appropriate cure i fenomeni della malattia si sono aggravati nella giornata di oggi.
Firmato: Banti, Del Greco, Burci, Stori

3 APRILE 1903
ORE 09.00 - Le condizioni generali del Prof. Colzi non presentano alcun miglioramento. Le ricerche successive hanno riconfermato ferita la presenza di bacilli del tetano, riconosciuta fin da domenica 29 marzo, in seguito alla quale fu iniziata nello stesso giorno la sieroterapia che tutt'ora si continua energicamente.
Firmato: Banti, Grocco, Burci, Del Greco, Stori

ORE 18.00 - E' comparsa la febbre, le condizioni del malato sono alquanto peggiorate.
Firmato: Banti, Grocco, Burci, Del Greco, Stori

ORE 23.30 - Purtroppo le condizioni del malato, vanno ognora peggiorando in modo allarmante.
Firmato: Banti, Grocco, Burci, Del Greco, Stori

4 APRILE 1903
LA MORTE DEL PROF. COLZI

ORE 06.00 - Ad un periodo di convulsioni tetaniche molto frequenti ed intense, è succeduto un periodo prevalentemente soporoso.  Le condizioni del malato sono estremamente gravi.
Firmato: Prof. Grocco, Prof. Banti,, Prof. del Greco, Dott. Stori

ORE 14.00 - Il respiro si fece più difficile, il Prof Colzi entrò in agonia. Alle 15.00 ha avuto tre o quattro contrazioni spasmodiche e spirò. I professori fecero affiggere sulla porta della clinica il seguente bollettino medico:

ORE 16.00 - IL PROFESSORE COLZI CESSAVA DI SOFFRIRE.

Notizie tratte dal quotidiano "La Nazione" dell'epoca

Questo sito, come tutti, utilizza i cookies. Continuando la navigazione o chiudendo questo banner accetterai tale innocuo utilizzo.